UIMEC UIL - Unione Italiana Mezzadri e Coltivatori Diretti

Chi siamo

L’Unione Italiana Mezzadri e Coltivatori Diretti (UIMEC) è l’organizzazione sindacale professionale agricola a vocazione generale, democratica ed unitaria dei produttori agricoli di ogni convinzione religiosa e politica, associati per la difesa dei comuni interessi professionali, economici, sociali e morali, nel rispetto dei principi di democrazia e libertà.

L’azione sindacale di rappresentanza della UIMEC è mirata a realizzare le aspirazioni dei produttori agricoli, promuovendo il progressivo miglioramento delle condizioni di vita, rafforzando la coscienza associativa, proseguendo nell’impegno per il raggiungimento delle pari opportunità tra donne e uomini nel mondo del lavoro agricolo autonomo e imprenditoriale. La UIMEC si propone di sviluppare la solidarietà e la cooperazione fra i produttori agricoli e con le organizzazioni similari degli altri Paesi.

La UIMEC - pur avendo piena autonomia statutaria, di definizione dei gruppi dirigenti, di rappresentanza dei Soci, di definizione delle politiche organizzative ed economico-finanziarie - è un Sindacato di Settore della UILA (Unione Italiana del Lavoro Agroalimentare) che, con questa articolazione, associa i lavoratori autonomi ed i produttori del settore agricolo.

Mediante la UILA, la UIMEC aderisce alla UIL (Unione Italiana del Lavoro).

La UIMEC, assieme ad altre Associazioni di produttori agricoli, ha costituito la Confederazione Produttori Agricoli (COPAGRI).

In sede internazionale la UIMEC aderisce all’EFFAT (European Federation of Food, Agricolture and Tourism Trade Unions).


Organismi

Il Congresso nazionale, celebrato a Roma nei giorni 27 e 28 ottobre 2014, ha nominato i nuovi Organismi. In successive riunioni, in applicazione delle specifiche norme statutarie, questi sono stati modificati per tener conto degli avvicendamenti nei ruoli di responsabilità a livello territoriale. Di seguito è riportata la composizione degli Organi nazionali della Uimec alla data del 1 gennaio 2015.

COMITATO CENTRALE UIMEC

 1. Adduci Giuseppe - Cosenza
 2. Aleo Giuseppe - Trapani
 3. Antonucci Julia Claudia - Roma
 4. Argese Cosimo - Brindisi
 5. Bardascino Giovanni - Catanzaro
 6. Battista Tommaso - Bari
 7. Benetti Alberto - Ravenna
 8. Brocani Stefano - Ancona
 9. Buonomo Vera - Napoli
10. Caldera Fabio - Nazionale
11. Capacchione Francesco - Foggia
12. Casadei Primo - Cesena
13. Cecilia Claudia - Frosinone
14. Ciardiello Salvatore - Caserta
15. Cirronis Ignazio - Cagliari
16. Colasanti Guido - Rieti
17. Costaggiu Ricardo - Nuoro
18. Cufino Claudio - Potenza
19. D'Anastasio Moreno - Pescara
20. De Luca Matteo - Campobasso
21. Della Rocca Nicola - Salerno
22. Di Bartolomeo Nicolina - Molise
23. Di Masi Angelo - Calabria
24. Fois Monica - Cagliari
25. Gabusi Andrea - Bologna
26. Gasparroni Lina - Abruzzo
27. Giuntini Alessia - Firenze
28. Gizzi Filomena - Rieti
29. Gozzo Antonio - Siracusa
30. Indelicato Antonino - Agrigento
31. La Porta Daniela - Catania
32. Magliocchi Giovanni - Cosenza
33. Mantello Giovanni - Ragusa
34. Mascellino Natale - Palermo
35. Matrascia Maurizio - Nazionale
36. Meineri Giuseppe - Asti
37. Montanari Mario - Ferrara
38. Morano Stefano - Lecce
39. Neglia Fabrizio - Frosinone
40. Oliveri Angelo - Catania
41. Palermo Francesco - Enna
42. Paparella Leonardo - Foggia
43. Petrilli Raffaele - Foggia
44. Pignataro Salvatore - Crotone
45. Ranaldi Alessandro - Nazionale
46. Ricchiuto Federica - Brindisi
47. Santoro Illuminato - Vibo Valentia
48. Sepe Alessandro - Avellino
49. Sollazzo Sergio - Salerno
50. Tamborrino Carlo - Taranto
51. Tampieri Mattia - Forlì
52. Zurzolo Concetta - Reggio Calabria

COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI

1. Valastro Antonio - Presidente
2. Arrè Lorena - Componente
3. Martignani Mauro - Componente

Il Consiglio Nazionale, nella medesima data, ha nominato l’Esecutivo e la Presidenza Nazionale. In successive riunioni, in applicazione delle specifiche norme statutarie, la composizione dell’Esecutivo Nazionale ha registrato modificazioni per tener conto degli avvicendamenti nei ruoli di responsabilità a livello territoriale.
Di seguito è riportata la composizione di questi altri Organi nazionali della Uimec alla data del 1 gennaio 2015.

ESECUTIVO NAZIONALE

 1. Adduci Giuseppe - Cosenza
 2. Antonucci Julia Claudia - Roma
 3. Argese Cosimo - Brindisi
 4. Battista Tommaso - Bari
 5. Benetti Alberto - Ravenna
 6. Brocani Stefano - Ancona
 7. Buonomo Vera - Napoli
 8. Caldera Fabio - Nazionale
 9. Capacchione Francesco - Foggia
10. Cirronis Ignazio - Cagliari
11. Colasanti Guido - Rieti
12. Cufino Claudio - Potenza
13. D'Anastasio Moreno - Pescara
14. De Luca Matteo - Campobasso
15. Di Masi Angelo - Calabria
16. Giuntini Alessia - Firenze
17. Indelicato Antonino - Agrigento
18. Mascellino Natale - Palermo
19. Matrascia Maurizio - Nazionale
20. Meineri Giuseppe - Asti
21. Neglia Fabrizio - Frosinone
22. Ranaldi Alessandro - Nazionale

PRESIDENZA NAZIONALE

La Presidenza Nazionale è così composta:

Alessandro Ranaldi
Presidente

In qualità di legale rappresentante rappresenta la UIMEC di fronte a terzi e in giudizio.
Coordina i lavori della Presidenza Nazionale e convoca, su mandato di questa, il Consiglio Nazionale e l’Esecutivo Nazionale.
Gli competono i rapporti con le altre associazioni agricole, le organizzazioni europee e gli interlocutori istituzionali e, più in generale, la direzione delle politiche rivendicative e delle strategie di settore della UIMEC.

Tommaso Battista
Vice Presidente

Gli è attribuita la competenza diretta su tutte le tematiche organizzative, la politica del proselitismo e del tesseramento, le strategie di insediamento sul territorio, le politiche di sviluppo.

Fabio Caldera
Vice Presidente

Si occupa di sinergizzare al meglio le necessità del territorio con la linea politica della Uimec nazionale. Ha la delega ai settori produttivi, l'operatività dei servizi ai produttori agricoli, la comunicazione, la politica dei quadri e la formazione.

Maurizio Matrascia
Tesoriere

Esterno alla presidenza, gli sono attribuite le funzioni di Tesoriere Nazionale, intrattenendo i rapporti con le strutture territoriali per la gestione delle risorse derivanti dal tesseramento ed assicurando al contempo l'operatività della struttura nazionale.
Nello specifico deve, inoltre, controllare la congruità delle spese rispetto alle disponibilità patrimoniali e finanziarie, garantire la regolarità nella redazione della contabilità e nella tenuta dei relativi libri obbligatori e il corretto compimento degli adempimenti fiscali e contributivi e degli atti amministrativi.
La Presidenza, che opera in modo collegiale pur con le diverse competenze dei suoi componenti, provvede alla ripartizione ed attribuzione al proprio interno degli incarichi operativi e all'affidamento degli ulteriori.

Tessera della UIL UNIPOL Assicurazioni